Climate Science Glossary

Term Lookup

Enter a term in the search box to find its definition.

Settings

Use the controls in the far right panel to increase or decrease the number of terms automatically displayed (or to completely turn that feature off).

Term Lookup

Settings


All IPCC definitions taken from Climate Change 2007: The Physical Science Basis. Working Group I Contribution to the Fourth Assessment Report of the Intergovernmental Panel on Climate Change, Annex I, Glossary, pp. 941-954. Cambridge University Press.

Home Arguments Software Resources Comments The Consensus Project Translations About Donate

Twitter Facebook YouTube Pinterest

RSS Posts RSS Comments Email Subscribe


Climate's changed before
It's the sun
It's not bad
There is no consensus
It's cooling
Models are unreliable
Temp record is unreliable
Animals and plants can adapt
It hasn't warmed since 1998
Antarctica is gaining ice
View All Arguments...



Username
Password
Keep me logged in
New? Register here
Forgot your password?

Latest Posts

Archives

Il Sole sta diventando più caldo

Che cosa dice la Scienza...

Differenti misurazioni indipendenti della attività solare confermano che il Sole ha mostrato una leggera tendenza al raffreddamento fin dal 1978.

Le argomentazioni degli scettici...

Non esiste una singola misurazione continua satellitare di Irradianza Solare Totale (TSI). I dati invece sono il collage di misurazioni fatte da diversi satelliti. I due assiemi più citati sono PMOD ed ACRIM. Secondo Nicola Scafetta, ACRIM riproduce più fedelmente le osservazioni mentre PMOD (Osservatorio di Davos)  presume che i dati di TSI pubblicati sono errati e necessitano di correzioni. PMOD modifica i dati prodotti dal record 1989-1991 di Nimbus7/ERB. I dati di Nimbus7/ERB durante un tal breve periodo mostrano un chiaro trend in salita mentre PMOD durante lo stesso periodo è pressochè costante. Le modificazioni apportate ai dati Nimbus7/ERB sono responsabili delle diversità tra i due assiemi di dati di irradianza totale solare di ACRIM e PMOD (Shining More Light on the Solar Factor).

  L’insieme di misurazioni dell’ACRIM (Active Cavity Radiometer Irradiance Monitor) mostra un leggero aumento del TSI (Total Solar Irradiace), mentre l’insieme dei rilevamenti del PMOD (Physical Meteorological Observatory of Davos) mostra una lieve diminuzione. Indipendentemente dal set di dati che si voglia usare, il trend è così esiguo che le variazioni del Sole potrebbero aver contribuito solo per una parte assai ridotta al riscaldamento globale. Scafetta 2006 usa l’assieme dell’ ACRIM e deduce che, a decorrere dal 1900, il 50% del riscaldamento  è dovuto alle variazioni solari. In ogni caso il riscaldamento dovuto alla influenza del Sole sarebbe accaduto solo all’inizio del secolo XX quando il Sole irradiava maggiormente. Per ciò che riguarda il trend del riscaldamento globale a decorrere dal 1975, Scafetta conclude “ il riscaldamento globale dal 1975 in poi è avvenuto più velocemente di quanto sarebbe ragionevole aspettarsi se fosse dovuto esclusivamente al Sole”.


                            ACRIM vs PMOD
Benché l’argomento del confronto tra ACRIM e PMOD abbia poca rilevanza sul dibattico circa il riscaldamento globale, stabilire quale sia la ricostrruzione della TSI più accurata rappresenta un tassello importante del puzzle climatico. La differenza più importante nel trattare i dati dei due insiemi è riferibile al periodo tra il 1989 ed il 1991. C’è un buco temporale tra ACRIM-I e ACRIM-II (dovuta alla tragedia dello space shuttle Challenger). Per riempire il gap entrambi gli insiemi usano i dati HF (ad alta frequenza) ma in modo assai diverso.

Figura 2: assieme dati del PMOD TSI  (alto) versus  ACRIM TSI (basso). Le linee colorate rappresentano i valori giornalieri, le linee nere sono la media mobile di 81 giorni.

PMOD applica correzioni ai dati HF in quanto hanno salti improvvisi dovuti a cambiamenti nell’orientamento del satellite ed a interruzioni di funzionamento. La Figura 2 dimosra come le correzioni HF siano responsabili praticamente di tutte le differenze nelle derive di lungo termine dei 2 assiemi.

Figura 3: differenze tra i due assiemi di dati ACRIM e PMOD. La linea grigia rappresenta i valori giornalieri, la linea nera la media mobile di 81 giorni. Il salto in corrispodenza al gap dell’ACRIM del 1989 è ben visibile e vale circa metà della variazione del ciclo solare.     

           Test  indipendenti degli assiemi di dati PMOD e ACRIM

Allora in quale assieme sono stati  maneggiati correttamente i dati? E’ reale il balzo della  TSI di ACRIM nel periodo corrispondente alla correzione con HF? Oppure è giusta la calibrazione di PMOD quando aggiustarono i dati in corrispondenza del gap di ACRIM? Sono state eseguite un certo numero di misurazioni indipendenti che possono servire a confermare qual è il trend della attività solare in questo periodo.
-         Lee 1995 confronta i dati del satellite ERBS con i dati HF di Nimbus e trova che i dati HF si scostano in modo significativo nel periodo del gap di ACRIM mentre i dati di ERBS evidenziano un leggero raffreddamento.
-         Krivova 2003 confronta la TSI con i valori di UV. I valori di UV fluttuano più della TSI – un trend se presente sarebbe visibile. Siccome la UV si correla con la TSI, la  Krivova conclude che  PMOD è più accurato e che c’è un piccolo trend secolare nella TSI negli ultimi decenni.
-         (Krivova 2007) facendo una ricostruzione della TSI usando le macchie solari, trova che il minimo del ciclo 23 è più basso del ciclo 22 in contrasto con i dati ACRIM.
-         Il conteggiodelle macchie solari di Zurigo durante il gap di ACRIM mostra un leggero trend in diminuzione in accordo con i dati ricalibrati di PMOD.
-         Misure dal suolo di magnetogrammi solari (Wenzler 2006) mostrano maggiore correlazione con PMOD che con ACRIM. More on magnetograms...
                 Scafetta & Willson ed il modello SATIRE

Nel Marzo 2009 uno studio sosteneva che il i dati di ACRIM erano stati confermati indipendentemente dal modello SATIRE (Scafetta 2009 ). SATIRE è un modello di TSI creato da Kirova e Solanki. Questi due ultimi ricercatori replicavano pubblicando il lavoro ACRIM-gap and total solar irradiance revisited: Is there a secular trend between 1986 and 1996? (Krivova 2009).


Esistono diverse versioni di SATIRE, ognuna sviluppata sulla base di differenti dati ed ottimizzata per differenti scale temporali. Per il periodo successivo al 1974, hanno calcolato i valori di TSI basandosi sulle misure giornaliere tratte da magnetogrammi. Per periodi più estesi fino a secoli, hanno impiegato il numero di macchie solari per ricostruire la TSI. Quando si analizzano i dati di macchie solari occorre usare valori medi di diversi mesi. In pratica il modello con le macchie solari è meno accurato del modello basato sui magnetogrammi su scala temporale breve.

Esistono diverse versioni di SATIRE, ognuna sviluppata sulla base di differenti dati ed ottimizzata per differenti scale temporali. Per il periodo successivo al 1974, hanno calcolato i valori di TSI basandosi sulle misure giornaliere tratte da magnetogrammi. Per periodi più estesi fino a secoli, hanno impiegato il numero di macchie solari per ricostruire la TSI. Quando si analizzano i dati di macchie solari occorre usare valori medi di diversi mesi. In pratica il modello con le macchie solari è meno accurato del modello basato sui magnetogrammi su scala temporale breve.


Scafetta 2009 ha usato il modello con macchie solari per la sua analisi. In linea di principio il modello macchie solari è idoneo per scale che vanno dai decenni ai secoli, ma significativamente è meno accurato nella scala dei mesi. Il modello più appropriato è basato sulle misure giornaliere dei magnetogrammi. Quindi Krivova e Solanki fanno il successivo passo logico ed analizzano i risultati di TSI dal modello con magnetogrammi per il periodo del gap di ACRIM. Ciò che trovano è che la TSI non aumenta in questo periodo. Pertanto il modello SATIRE fornisce una conferma indipendente che il complesso dati di PMOD costituisce l’assieme più accurato rappresentante la attività solare.


Per vedere quanto sopra nella prospettiva corretta, osserviamo che il dibattito ACRIM vs PMOD verte essenzialmente sul fatto se ci sia un trend leggermente verso il basso o se non ci sia proprio alcun trend. E tutto ciò evidenzia ancora una volta la brusca interruzione della correlazione tra Sole e Clima da quando le temperature hanno cominciato a salire verso la metà degli anni ’70.

 


 

 

 

 


 

Translation by lciattaglia, . View original English version.



The Consensus Project Website

TEXTBOOK

THE ESCALATOR

(free to republish)

THE DEBUNKING HANDBOOK

BOOK NOW AVAILABLE

The Scientific Guide to
Global Warming Skepticism

Smartphone Apps

iPhone
Android
Nokia

© Copyright 2014 John Cook
Home | Links | Translations | About Us | Contact Us