Climate Science Glossary

Term Lookup

Enter a term in the search box to find its definition.

Settings

Use the controls in the far right panel to increase or decrease the number of terms automatically displayed (or to completely turn that feature off).

Term Lookup

Settings


All IPCC definitions taken from Climate Change 2007: The Physical Science Basis. Working Group I Contribution to the Fourth Assessment Report of the Intergovernmental Panel on Climate Change, Annex I, Glossary, pp. 941-954. Cambridge University Press.

Home Arguments Software Resources Comments The Consensus Project Translations About Donate

Twitter Facebook YouTube Pinterest

RSS Posts RSS Comments Email Subscribe


Climate's changed before
It's the sun
It's not bad
There is no consensus
It's cooling
Models are unreliable
Temp record is unreliable
Animals and plants can adapt
It hasn't warmed since 1998
Antarctica is gaining ice
View All Arguments...



Username
Password
Keep me logged in
New? Register here
Forgot your password?

Latest Posts

Archives

Climate Hustle

Anche altri pianeti si stanno riscaldando

Che cosa dice la Scienza...

Ci sono 3 inesattezze fondamentali nell’argomento “anche altri pianeti si stanno riscaldando”. 1) Non tutti i pianeti del sistema solare si stanno riscaldando. 2) Il Sole non ha evidenziato alcun trend a lungo termine dal 1950, anzi ha mostrato una lieve tendenza al raffreddamento negli ultimi decenni. 3) Esistono spiegazioni fondate su considerazioni ragionevoli del perché altri pianeti si stanno riscaldando.

Le argomentazioni degli scettici...

"La evidenza che la CO2 non è il fattore principale che provoca il riscaldamento del nostro pianeta ce la forniscono gli altri pianeti e lune del nostro sistema solare, i quali malgrado non abbiano emissioni antropogeniche di gas serra, si stanno scaldando. Marte, Tritone, Plutone, Giove, tutti mostrano riscaldamento globale, e ogni ipotesi porta alla influenza dominante del Sole nel regolare il Clima in tutto il sistema solare" (Ian McClintock).

  Il riscaldamento globale avviene anche in altri pianeti del sistema solare

Alla base di questa argomentazione c’è che il Sole causa un riscaldamento globale e quindi il fenomeno deve avvenire anche altrove nel sistema solare. Ci sono diversi errori in questa formulazione. Primo la generalizzazione “l’intero sistema solare si sta riscaldando” è erronea. Solamente in 6 pianeti o lune, degli oltre 100 corpi del sistema solare, è stato osservato un riscaldamento. Ad esempio Urano si sta raffreddando (Young 2001). C’è poi il fatto che la teoria che l’aumento della brillanza del Sole provochi il riscaldamento globale svanisce quando si consideri che il Sole ha evidenziato un trend  piccolo o nullo dagli anni ’50. Esiste una gran varietà di misurazioni indipendenti riguardanti la attività solare, come rilevamenti satellitari, numero di macchie solari, livelli di UV e magnetogrammi solari e tutti producono un identico quadro. Negli ultimi 35 di riscaldamento globale il Sole ed il Clima si sono mossi in direzioni opposte.
Ciò confuta la questione: che cosa provoca riscaldamento negli altri pianeti? Con l’eccezione di Plutone, il cambiamento climatico negli altri pianeti lo si comprende facilmente quando si consideri che:
-         Il Clima di Marte è sostanzialmente determinato dalle polveri e dall’albedo. Le grandi tempeste di polvere aumentano l’albedo superficiale rendendo più brillanti le superfici scure. Un albedo più grande fa sì che venga riflessa una maggior quantità di radiazione solare e quindi provoca un effetto di raffreddamento. Immagini della superficie di Marte del 1977 e del 1999 mostrano che la superficie del pianeta era più brillante nel 1977 e più scura nel 19999. Questo comunque non significa che sia in atto un trend di riscaldamento di lungo periodo, infatti la immagine del 1977 venne ripresa dopo una tempesta di polvere globale mentre la immagine del 1999 fu scattata prima di un episodio di tempesta di polvere. Per concludere esiste una scarsa evidenza sperimentale che sia in atto su Marte un riscadamento globale di lungo termine (Richardson 2007). More on Mars...
-         Nettuno percorre la sua orbita in 164 anni quindi le osservazioni (dal 1950 ad oggi) si riferiscono a meno di un terzo dell’anno di Nettuno. I modelli climatici di Nettuno suggeriscono che la sua brillantezza è un fenomeno stagionale (Sromovsky 2003). Cioè quando Nettuno si sta portando verso l’estate More on Neptune...
-         La luna più grande di Nettuno, chiamata Tritone,si è riscaldata sin da quando la sonda spaziale Voyager la ha visitata nel 1989. La luna Tritone si sta avvicinando ad una estrema estate meridionale, una stagione che si presenta ogni alcune centinaia di anni. Durante questo speciale periodo l’emisfero meridionale della luna riceve molta più radiazione solare diretta (Elliot 1998).

-         Le tempeste di Giove sono alimentate dal calore interno del pianeta stesso (la quantità di energia solare che riceve è pari al 4% di quella che riceve la Terra). Quando diverse grosse tempeste si fondono in una sola (cioè formano un hot spot) il pianeta riduce la sua capacità di rimescolare calore che causa riscaldamento all’equatore e raffreddamento ai poli. (Marcus 2006). More on Jupiter...
-         Il riscaldamento di Plutone non è ben chiaro.L’orbita di Plutone è molto più ellittica degli altri pianeti ed il suo asse di rotazione è inclinato di un grande angolo rispetto al piano della sua orbita. Entrambi questi fattori potrebbero costituire il motivo di forti cambiamenti stagionali. Siccome equivale a 248 anni della Terra e il riscaldamento osservato si riferisce solo a 14 anni è probabile che si tratti di una risposta stagionale (Sromovsky 2003).

Translation by lciattaglia, . View original English version.



Get It Here or via iBooks.


The Consensus Project Website

TEXTBOOK

THE ESCALATOR

(free to republish)

THE DEBUNKING HANDBOOK

BOOK NOW AVAILABLE

The Scientific Guide to
Global Warming Skepticism

Smartphone Apps

iPhone
Android
Nokia

© Copyright 2017 John Cook
Home | Links | Translations | About Us | Contact Us