Climate Science Glossary

Term Lookup

Enter a term in the search box to find its definition.

Settings

Use the controls in the far right panel to increase or decrease the number of terms automatically displayed (or to completely turn that feature off).

Term Lookup

Settings


All IPCC definitions taken from Climate Change 2007: The Physical Science Basis. Working Group I Contribution to the Fourth Assessment Report of the Intergovernmental Panel on Climate Change, Annex I, Glossary, pp. 941-954. Cambridge University Press.

Home Arguments Software Resources Comments The Consensus Project Translations About Donate

Twitter Facebook YouTube Pinterest

RSS Posts RSS Comments Email Subscribe


Climate's changed before
It's the sun
It's not bad
There is no consensus
It's cooling
Models are unreliable
Temp record is unreliable
Animals and plants can adapt
It hasn't warmed since 1998
Antarctica is gaining ice
View All Arguments...



Username
Password
Keep me logged in
New? Register here
Forgot your password?

Latest Posts

Archives

Climate Hustle

Il periodo caldo del Medioevo era più caldo dell’attuale

Che cosa dice la Scienza...

Malgrado il periodo caldo medioevale abbia sperimentato temperature insolitamente alte in certe regioni, globalmente il pianeta era più freddo rispetto alle condizioni attuali.

Le argomentazioni degli scettici...

Il periodo caldo medioevale era più caldo rispetto alle condizioni atttuali. Ciò significa che il recente riscaldamento non è insolito e quindi può essere naturale e non prodotto dall’Uomo.
  La temperatura media globale attuale è più alta di quella del periodo medioevale.
Il Periodo Caldo Medioevale ha avuto luogo dal 950 al 1250 AD ed è stato caratterizzato da temperature più elevate in determinate regioni. Durante questo periodo i mari liberi da ghiacci permisero ai Vichinghi di colonizzare la Groenlandia. L’America settentrionale sperimentò prolungate siccità. Ma quanto fu caldo il Periodo Caldo Medioevale? Il Pianeta era più caldo di ora? Per rispondere a questa domanda occorre prendere in esame il riscaldamento molto più estesamente che in poche regioni, e riguardare alla temperatura su una scala globale.  

Le precedenti ricostruzioni della temperatura si sono per lo più focalizzate sulle media globale (talora la media di un emisfero). Per rispondere al quesito circa il Periodo Caldo Medioevale sono stati usati più di 1000 anelli di accrescimento degli alberi, carote di ghiaccio, coralli, sedimenti ed altri tipi di proxy di entrambi gli emisferi onde ricostruire una mappa globale del cambiamento di temperatura negli ultimi 1500 anni (Mann 2009). Il periodo caldo Medioevale vide condizioni di caldo su una gran parte del Nord Atlantico, Groenlandia meridionale, l’Artico Euroasiatico e parti del Nord America. In queste regioni le temperature sembrano superiori a quelle del riferimento 1961-1990. In alcune aree le temperature erano anche superiori alle attuali. Comunque altre regioni come l’Eurasia centrale , il Nord-Ovest del N. America a la fascia tropicale del Pacifico erano sostanzialmente più fredde rispetto al periodo 1961-1990.

Figura 1: ricostruzione della anomalia della temperatura superficiale del Periodo Caldo Medioevale (950-1250 A.D,)rispetto al periodo di riferimento 1961-1990. Le aree in grigio indicano zone per le quali i dati sono insufficienti.    

 

Come si presenta il confronto del Periodo Caldo Medioevale rispetto alle attuali condizioni?  Nella Figura 2 è riportata la distribuzione della anomalia di  temperatura per l’ultimo decennio (1999-2008) sempre rispetto al periodo 1961-1990. Ciò che si evidenzia è che il riscaldamento è generalizzato (con qualche eccezione come nell’Antartide Orientale dove fa più freddo).

Figure 2: anomalia della temperatura superficiale del periodo 1999-2008 rispetto al periodo di riferimento 1961-1990. Le regioni in grigio sono quelle dove dati adeguati non sono disponibili (NOAA).

Il Periodo Caldo Medioevale non presenta le caratteristiche di un fenomeno globale. Le condizioni di caldo furono concentrate in talune regioni. Qualcuna delle regioni fu addirittura più fredda che durante la Piccola Era Glaciale. Sostenere che il Periodo Caldo Medioevale fu più caldo dell’attuale significa focalizzarsi solo su alcune aree che presentarono insolite condizioni di caldo. Se invece allarghiamo la prospettiva, vediamo che il Periodo Caldo Medioevale ebbe le caratteristiche di un fenomeno regionale con talune regioni addirittura molto più fredde. Globalmente durante il Periodo Caldo Medioevale le temperature furono inferiori alle attuali.   

Translation by lciattaglia, . View original English version.



The Consensus Project Website

THE ESCALATOR

(free to republish)

Smartphone Apps

iPhone
Android
Nokia

© Copyright 2017 John Cook
Home | Links | Translations | About Us | Contact Us